Vai al contenuto

Informazione alla Popolazione e Norme di Autoprotezione

Clicca per scaricare il file

Il Comune, nel cui territorio è localizzato lo stabilimento, ai sensi dell'Art. 23 del D.Lgs 105/2015 provvede a mettere a disposizione del pubblico in formato elettronico (mediante pubblicazione sul proprio portale), le informazioni fornite dal Gestore ai sensi dell’articolo 13, comma 5, in forma sintetica e comprensibile, con particolare riferimento alle sezioni informative A1, D, F, H, L del modulo di notifica. Tali informazioni sono permanentemente a disposizione del pubblico e sono tenute aggiornate, in particolare nel caso di eventuali successive modifiche, a seguito di comunicazione da parte del Gestore.

Ferme restando le informazioni specifiche sui singoli stabilimenti in ordine alla tipologia ed entità del rischio presenti in un determinato territorio, è opportuno in linea generale, con riferimento al rischio di incidente industriale, seguire le indicazioni fornite dal Dipartimento della Protezione Civile per quanto attiene gli aspetti relativi alla sicurezza ed all'informazione per i cittadini.

INFORMAZIONE
Se si abita in una zona con stabilimenti industriali, è necessario informarsi presso il proprio Comune per conoscere se sono inseriti nell'elenco degli impianti a rischio stabilimenti per i quali è previsto un piano di emergenza in caso di incidente.

COMPORTAMENTI GENERALI DA SEGUIRE IN CASO DI INCIDENTE
In caso di incidente industriale, quando il rischio di contaminazione è elevato le Autorità responsabili dell’emergenza possono ordinare l'evacuazione secondo il Piano di emergenza esterno prestabilito, che fornisce anche indicazioni relative alle modalità di allontanamento e ai luoghi di raccolta. In linea generale è opportuno:

  • seguire le indicazioni contenute nelle schede di informazione alla popolazione messe a disposizione dal Comune per conoscere le misure di sicurezza da adottare e le norme di comportamento;
  • rifugiarsi in un luogo chiuso per ridurre l'esposizione alle sostanze tossiche emesse dallo stabilimento;
  • chiudere le porte e le finestre proteggendo gli spiragli con tessuti bagnati, spegnere i condizionatori ed aeratori evitando l’interscambio di aria con l’esterno;
  • prestare attenzione alle informazioni date dalle autorità attraverso impianti megafonici, altri mezzi ed eventuali segnali attraverso i quali possono essere fornite indicazioni utili sulle misure da adottare e sulla situazione in atto;
  • fino al cessato allarme, tenersi informati attraverso i meda per seguire le indicazioni fornite dagli organi competenti sulle misure da adottare e sulla situazione in atto;
  • al cessato allarme, aerare gli ambienti e restare sintonizzati sui mezzi di informazione locali per seguire l’evoluzione del post-emergenza.

È comunque opportuno conoscere e seguire le indicazioni fornite dal Dipartimento della Protezione Civile in ordine ai comportamenti da seguire, in linea generale, in caso di incidente industriale (riproposte fra le norme di autoprotezione), ed attenersi al contenuto del VADEMECUM PER IL CITTADINO per il Rischio Industriale redatto a cura del Dipartimento della Protezione Civile in collaborazione con Ministero dell’Interno, APAT, Istituto Superiore di Sanità ed ANCI, quale strumento informativo, agile, semplice e di facile lettura sul rischio industriale elaborato appositamente per i comuni italiani con stabilimenti industriali a Rischio Incidente Rilevante, e scaricabile  anche dal seguente link.

Torna a:  Rischio industriale

Accessibility